Unione regionale
I Presidenti dei diciassette Consigli dell'Ordine di Piemonte e Valle d'Aosta costituiscono l'Unione Regionale, nei tempi passati ricordata anche come "Unione delle Curie".
 
La nostra Unione Regionale fu costituita nell'anno 1976 per iniziativa dell'Avv. Fulvio Croce, in allora Presidente del Consiglio dell'Ordine di Torino.
 
A venticinque anni dal "martirio" di Fulvio Croce, il Presidente Avv. Antonio Rossomando, nel Palazzo Municipale di Castelnuovo Nigra, ricordava l'avvenuta costituzione della nostra Unione Regionale sottolineando che l'Avv. Fulvio Croce, sin da allora, aveva compreso che "una comune cultura ordinistica nell'ambito dell'intero distretto, avrebbe costituito un rafforzamento del ruolo istituzionale degli Ordini, dei quali egli si sentiva garante per prestigio personale e per funzioni rappresentative".
 
La stesura dello Statuto e l'organizzazione fu poi prevalente opera dell'Avv. Bruno Bonazzi, in allora Consigliere Segretario del Consiglio dell'Ordine di Torino, e quindi la guida dell'Unione Regionale passò all'Avv. Gian Vittorio Gabri che per oltre tre lustri provvide a presiedere la nostra Unione con fermezza, lungimiranza e alto senso di responsabilità.
 
Chiamato l'Avv. Gabri a componente del Consiglio Superiore della Magistratura, l'Avv. Francesco Benzi, Presidente dell'Ordine Forense di Asti che gli succedette, in occasione della cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario 1997, tra l'altro, esponeva che già la lettura dello Statuto evidenzia con ogni chiarezza la finalità primaria dell'Unione Regionale, e cioè la costituzione di uno strumento operativo idoneo a conseguire una maggiore unità dell'Avvocatura del Distretto da attuarsi valorizzando le distinte esperienze, le conoscenze reciproche, approfondendo le scelte culturali, prima che strettamente giuridiche, idonee al necessario adeguamento alle nuove esigenze, non solo di una giurisdizione in continua, rapida trasformazione, ma anche del ruolo stesso dell'avvocato che intende ora porsi come soggetto all'interno dell'evoluzione complessiva delle istituzioni democratiche, e cioè con un proprio ruolo rappresentativo nella più generale realizzazione dei valori di uguaglianza, libertà e giustizia, e quindi di soggetto di giurisdizione.
 
Personalmente ritengo che l'Avv. Fulvio Croce abbia tratto tale sua lungimiranza nel costituire la nostra Unione Regionale non solo dal suo impegno civile ma anche dalla lunga e fattiva esperienza nell'Ordine Forense e, quindi, nella acquisita consapevolezza che è solo la tutela dell'interesse generale che individua la ragione della presenza dell'Avvocatura e delle sue Istituzioni rappresentative nell'Ordinamento costituzionale della nostra Repubblica.
 
E proprio per questa ineludibile partecipazione dell'avvocato, non solo alla giurisdizione ma anche al suo ruolo sociale, attuato appunto nell'esercizio della difesa, che l'Unione Regionale degli Ordini Forensi di Piemonte e Valle d'Aosta ha lavorato in questi anni per cercare di rimanere fedele al proprio Statuto, sia ricercando un comune sentire e sia riaffermando, sempre, la dignità delle proprie convinzioni, e, quindi, in primo luogo, difendendo i valori fondanti dell'esser avvocati.
 
- L'indipendenza e l'autonomia nel proprio operare come professionista libero da condizionamenti esterni;
- il rapporto fiduciario con il proprio assistito;
- l'autonomia, se non la vera e propria contrapposizione, tra l'attività professionale ed i risultati economici della stessa;
- la segretezza;
- la fedeltà nei confronti del proprio assistito e dell'ordinamento.
 
Eletto l'Avv. Gian Paolo Zancan alla Presidenza del Consiglio dell'Ordine di Torino, l'Unione Regionale degli Ordini Forensi del Piemonte e della Valle d'Aosta lo volle subito come proprio Presidente, avendo l'Avv. Francesco Benzi lasciato, a sua volta, la Presidenza dell'Ordine di Asti.
 
La cultura, il coraggio civile, la simpatia umana del Presidente Zancan accompagnarono l'Unione Regionale sino al momento in cui fu eletto al Senato della Repubblica.
 
Personalmente nel succedergli ho cercato di coordinare l'impegno di tutti i Presidenti del Distretto, nei limiti certo delle possibilità di ciascuno di noi ma sempre con il massimo dell'impegno di tutti, affinché la nostra Unione Regionale continuasse a realizzare concretamente le finalità del proprio Statuto, così come individuate nell'ormai lontano 1976 dal proprio Presidente Avv. Fulvio Croce, con ciò mantenendo vivo l'insegnamento istituzionale del nostro Maestro ed il ruolo dell'avvocato quale soggetto di giurisdizione.
 
Il Presidente
(Avv. Gherardo Caraccio)

 

 


Unione Regione dei Consigli degli Ordini Forensi del Piemonte e della Valle d'Aosta - Torino (TO), C.so Vittorio Emanuele II. 130
Informativa sulla privacy
(c) 2011-2015 Sintresis s.r.l.